You are here

Sergei Rachmaninoff - grande compositore timoroso

rachmaninoff-icona Sergei Rachmaninoff, grande pianista e compositore russo, nacque a Oneg, nel distretto di Novgorod, il 1 aprile 1873.

I talenti musicali di Rachmaninoff furono scoperti presto perchè sia il nonno che il padre erano dei pianisti dilettanti, mentre un suo cugino era già un pianista affermato.

Nel 1882 i genitori iscrissero Sergei Rachmaninoff al conservatorio di San Pietroburgo, dove studiò fino al 1885 sotto la guida di Demiansky.

Rachmaninoff andò poi a studiare al conservatorio di Mosca sotto la guida di Nikolaj Zverev, dove si è laureò come pianista nel 1891. Zverev era un insegnante piuttosto esigente e Rachmaninov, condizionato dal metodo di studio molto intenso di Zverev,  divenne più calmo e riflessivo.

Tramite Zverev Rachmaninov conobbe Tchaikovsky che rimase subito affascinato dal talento del giovane compositore. Rachmaninov stabilì con Tchaikovsky una forte amicizia. La musica di Rachmaninov in seguito risentì molto l' influenza di Tchaikovsky.

Nel conservatorio di Mosca Rachmaninov cominciò anche ad esprimersi come compositore, approfondendo la tecnica del contrappunto e dell' armonia ed iniziando a scrivere sue composizioni, come il "Principe Rostslav" e il "Primo Concerto per Pianoforte".

Nel 1892, un anno dopo essersi laureato come pianista, Rachmaninoff si laureò anche in composizione, portando all' esame finale l' opera "Aleko", scritta in pochissimo tempo, con la quale ottenne il massimo dei voti.

Rachmaninoff, appena dopo, all' età di 19 anni, scrisse il suo famoso Preludio in Do Diesis Minore, a cui rimarrà legato per tutta la vita.

Nel 1895 Rachmaninov cominciò a lavorare al suo primo lavoro orchestrale, la sua Prima Sinfonia. Per completarla ci vollero otto mesi, ma solo dopo circa un anno e mezzo l' opera sarà rappresentata a San Pietroburgo. La rappresentazione fu un vero disastro, forse perchè a dirigerla fu il maestro Glazunov che in quel periodo sembra che fosse alcolizzato; Rachmaninov ne rimase letteralmente sconvolto.

In seguito Rachmaninoff ebbe sempre un certo timore ad affrontare la composizione e si affermò particolarmente come conduttore e direttore d' orchestra.

Rachmaninov ricorse a delle cure di psicoanalisi per superare il suo problema e ci riuscì ricominciando a comporre in maniera entusiasmante.

Rachmaninoff scrisse quindi la Seconda Sinfonia, il Terzo ed il Quarto Concerto, oltre a diverse opere tra cui "Il cavaliere avaro" e "Francesca da Rimini".

Nel 1902 Rachmaninoff sposò la cugina Natalie Satina e vissero per molti mesi in Svizzera. Rachmaninoff poi ritornò in Russia per dirigere il teatro Bolshoi nelle stagioni dal 1904 al 1906.

Rachmaninoff nel 1906 è andò a Dresda, dove lavorava d' inverno, mentre passava le estati in Russia.

Nel 1909 Rachmaninoff viaggiò negli Stati Uniti.

Dal 1910 al 1917 diresse l' Orchestra della Filarmonica di Mosca, ma in Russia, nel 1917, scoppiò la Rivoluzione. Rachmaninoff andò a vivere in Svizzera.

Nel 1935 andò prima a New York, poi a Los Angeles; a Los Angeles Rachmaninoff stabilì la sua dimora abituale.

Qualche settimana prima della sua morte, avvenuta il 28 marzo del 1943, Rachmaninoff divenne cittadino americano.

La musica di Rachmaninoff è stata inspirata dalla musica Romantica russa del Diciannovesimo Secolo. Spesso Rachmaninoff era malinconico, indugiava nelle chiavi minori con melodie larghe ed armonie risonanti.

"Sergei Rachmaninoff - Etude-Tableau, Op. 39 No. 5"