You are here

Sergei Prokofiev, un grande compositore russo

prokofiev-icona Sergei Prokofiev è stato un grande compositore russo nato il 27 aprile 1891 a Sontzovka.

Prokofiev, come molti compositori famosi, prese le sue prime lezioni di pianoforte da sua madre e mostrò un talento incredibile fin dalla più giovane età.

Prokofiev scrisse la sua prima grande opera interamente per pianoforte, "Il Gigante", all' età di nove anni.

Due anni dopo, nel 1902, Prokofiev finì un' introduzione e 3 parti per un' altra opera, "Su un' isola deserta".

Da 1904 al 1907, Prokofiev lavorò ancora su un' altra opera, "Ondine".

Per completare la sua conoscenza musicale, Prokofiev andò a Mosca per prendere lezioni di composizione da Gliere. Durante la sua permanenza a Mosca, Prokofiev scrisse una Sinfonia in G ed un'opera chiamata "Festa durante il tormento".

Prokofiev si iscrisse al Conservatorio di San Pietroburgo a 13 anni e studiò sotto la guida di Rimsky-Korsakov diplomandosi in composizione nel 1909.

Prokofiev ebbe anche Essipova come insegnante di pianoforte che lo influenzò molto per il suo stile aggressivo e non tradizionale.

In questo periodo, prima del celebre Primo concerto per Pianoforte e Orchestra, Prokofiev scrisse notevoli pagine per pianoforte come la Toccata Op. 11, Quattro pezzi Op. 3 e 4, e la Sinfonia in Mi minore. In queste prime composizioni cominciò a delinearsi lo stile di Prokofiev.

Quando Prokofiev si è laureò nel 1914, vinse il premio Anton Rubinstein come miglior studente di pianoforte.

Poco tempo dopo aver lasciato il conservatorio, Prokofiev partì per un viaggio a Londra dove incontrò Debussy, Ravel, Strauss, Djaghilev e Igor Stravinskij. Proprio con Sergej Diaghilev, Prokofiev iniziò a comporre il suo primo balletto e Diaghilev, successivamente, sarà il produttore dei suoi balletti.

Nel 1917 Prokofiev compose la sua prima sinfonia, detta "la Classica", ispirata dallo site di Haydn e dallo stile neoclassico.

Dal 1918 in poi Prokofiev viaggiò molto per l' Europa e l' America dove fu ben accolto e compose l' opera "L' amore delle tre melarance", rappresentata a Chicago nel 1921.

Prokofiev nel 1923 sposò Lina Llubera, una voce soprano Spagnola il cui vero nome era Carlina Codina. Comunque il matrimonio non riuscì.

Prokofiev tornò in Russia nel 1923, dove viene accusato di formalismo dagli Stalinisti. Nonostante questo la sua musica piaceva molto ed fu uno dei massimi artisti russi del periodo.

Intorno al 1930 Prokofiev realizzò per il teatro di Leningrado uno dei suoi lavori più famosi, "Romeo e Giulietta".

Prokofiev incontrò Koussevitzky, che pubblicò i suoi lavori.

Dal 1940, Prokofiev visse con una giovane scrittrice chiamata Myra Mendelson, che sposerà nel 1948 dopo aver divorziato dalla moglie Lina.

Prokofiev è morto a Mosca il 5 marzo 1953, lo stesso giorno della morte di Stalin, e forse anche per questo la sua morte passò quasi inosservata.

Il lavoro di Prokofiev era progressivo e in stile moderno; alcuni suoi lavori molto popolari sono "L' amore delle tre melarance" e la storia sinfonica dedicata ai bambini "Pierino e il Lupo".

Tra le tante composizioni, Prokofiev scrisse sette Sinfonie.  Prokofiev è considerato come uno dei massimi compositori del '900.