You are here

Prevx versione gratuita e upgrade forzato di Webroot

Inviato da giovanninews on Gio, 21/03/2013 - 11:45

Prevx di Webroot Prevx da circa un paio di anni, è stato acquisito da Webroot. Prevx, il noto antivirus ed antimalware gratuito che effettua la scansione con l' ausilio di database online aggiornati in tempo reale, ha cambiato quindi nome e look, trasformandosi in WRSA o Webroot SecureAnywhere.

E' importante ricordare che Prevx convive tranquillamente con altri antivirus e antimalware installati sul sistema e che la versione gratuita non rimuoveva il malware, ma lo segnalava indicandone il percorso; il codice malware doveva essere rimosso a mano o con altri sistemi.

WRSA o Webroot SecureAnywhere o Prevx powered by Webroot mantiene tutte le caratteristiche della versione precedente meno che la gratuità; Prevx di Webroot è ora a pagamento, con interfaccia e motore rinnovato.

Le vecchie versioni gratuite di Prevx, sempre più difficili da trovare in rete, continuavano a funzionare correttamente, interfacciandosi con il database online costantemente aggiornato, finchè Webroot non ha deciso di forzare l' upgrade delle vecchie versioni di Prevx alla nuova versione di Webroot.

La sorpresa l' ho avuta la scorsa settimana, quando, accendendo il PC con sistema operativo Windows XP, ho trovato WRSA al posto di Prevx.

Prevx powered by Webroot - Pagina di configurazione L' interfaccia grafica è cambiata e migliorata, il bottone verde sulla barra delle applicazioni cede il posto ad un altro bottone, sfondo verde e W al centro Bottone di Prevx di Webroot ; nel task manager di Windows, al posto dei due processi prevx.exe, troviamo due processi WRSA.exe, di dimensione probabilmente inferiore.

Dopo quasi una settimana, quel che posso dire è che WRSA funziona certamente meglio, più veloce e più discreto, ma con un periodo di valutazione gratuita di 31 giorni dal momento dell' upgrade.

Altra mia considerazione è che avevo due Prevx installati in tempi diversi, uno su PC con Windows XP e l' altro su PC con Windows 7; l' upgrade di Webroot si è verificato solo sul PC con Windows XP.

Quindi, come Webroot ha forzato l' upgrade di Prevx ?

Sicuramente è stato un upgrade forzato non in maniera indistinta per tutti gli utenti che utilizzano Prevx.
Potremmo ipotizzare, per l' upgrade forzato di Prevx a Webroot SecureAnywhere, i seguenti casi:
1) upgrade sì per Prevx su Windows XP, no upgrade su Prevx con Windows 7
2) upgrade forzato (una tantum) per tutti gli utenti collegati in rete in quel preciso momento
3) upgrade forzato per gli utenti che hanno superato un determinato numero di eventi di sistema analizzati dall' installazione (10 miliardi nel mio caso; è come se Webroot mi stesse dicendo: "Giovanotto, direi che è ora di pagare !" )
4) upgrade forzato in base ad altri possibili algoritmi.

E' ancora possibile utilizzare Prevx in versione gratuita ?

La risposta è per ora abbastanza difficile; è possibile comunque:
1) scaricare ancora la vecchia versione di Prevx da Softpedia tentando la disinstallazione di WRSA qualche giorno prima della scadenza della valutazione gratuita, e tentando nuovamente l' installazione della vecchia versione; potrebbe essere inutile perchè alla prima connessione Prevx potrebbe fare nuovamente l' upgrade o perchè Webroot, con l' upgrade, potrebbe avere impostato blocchi nel registro di configurazione.
2) soddisfatti del servizio finora offerto, si decide di acquistare la nuova versione di Prevx (saranno in tanti)
3) si decide di lasciar perdere Prevx affidandosi completamente a sistemi di protezione ancora gratuiti e validi ( da quasi un anno seguo con molto interesse Avast! Free Antivirus ).

Aggornamento del 24/03/2013

Webroot effettua l' upgrade forzato anche su Prevx installato su Windows 7