You are here

La pagina di diagnostica Google del sito web

Inviato da giovanninews on Ven, 09/04/2010 - 15:54

Google Italia, il logoNelle mie ultime ricerche sui cookie, cercando di capire il loro funzionamento e se alcuni possono essere dannosi, mi sono imbattuto su un indirizzo  Google che è la Pagina di diagnostica Google dei siti web.

I webmaster che utilizzano l' analitycs di Google, hanno questo strumento che indica se Google ha rilevato o meno malware nel proprio sito, ma non sapevo che questa pagina, ben più completa ed analitica, fosse pubblica e questo è sicuramente una cosa ottima.

Infatti, ogni navigatore, prima di visitare siti sospetti, con questa pagina, può avere la sicurezza che sta visitando un sito innocuo oppure valutare il rischio che potrebbe correre se il sito non è propriamente innocuo.

La pagina Google ha come titolo

"Navigazione Sicura - Pagina di diagnostica per ... (nome sito)" e la didascalia "Consulenza offerta da Google".

Pagina della navigazione sicura Google, anteprimaLa Pagina di diagnostica Google fa una sintesi delle rilevazioni del sito negli ultimi 90 giorni, dice se questo è contrassegnato come sospetto o se contiene parti contrassegnate come sospette, cosa è successo quando Google ha visitato il sito web l' ultima volta, se il sito contiene malware, i domini in cui è presente il software dannoso, se il sito è stato l' intermediario di infezioni e quali siti web ha infettato.

L' indirizzo per vedere la Pagina di diagnostica Google per il mio sito è il seguente:

http://google.com/safebrowsing/diagnostic?site=giovanninews.com/&hl=it

Per vedere la Pagina di diagnostica Google per qualunque sito web, è sufficiente sostituire il mio dominio con il dominio del sito che si vuole analizzare.

Una curiosità: provate a vedere la Pagina di diagnostica Google per il sito alice.it

Una precisazione: anche se la Pagina di diagnostica Google dice che il sito non  ospita software dannoso, questo potrebbe contenere codice dannoso in una applicazione che è possibile scaricare dal sito (il download è una scelta arbitraria).

Commenti

L' avevo visto anch' io. Infatti non siamo sicuri, ma è uno strumento come un altro. Forse Google non va più su Astalavista; ci sarà rimasto scottato !
Grazie per il tuo commento, sempre puntuale.

Google ci va ancora. cheeky

"Che cosa è successo quando Google ha visitato questo sito?

Delle 126 pagine che abbiamo testato su questo sito negli ultimi 90 giorni, 0 pagine hanno causato il download e l'installazione di software dannosi senza l'autorizzazione dell'utente. L'ultima volta in cui Google ha visitato il sito è stato il 2010-03-20,"

E ci dice che è tutto OK. frown

Ciauuu.

p.s.

ho provato ad aggiungere sottolineature ed emoticons nel commento, nell'anteprima sembra tutto a posto ma quando pubblico sparisce tutto. :-(

Questi strumenti hanno l' affidabilità che hanno. Il servizio Google Safebrowsing è stato rilasciato nel 2005 e da allora è in continuo miglioramento. La pagina di diagnostica secondo me deve essere anche interpretata; è curioso ad esempio verficare cosa succede se vediamo la pagina di diagnostica del dominio Google.com. Questa ci dice che Google.com ha causato infezioni e download di software dannosi; una mia interpretazione è che questo è abbastanza normale, essendo Google un motore di ricerca ed indicizza di tutto, anche siti dannosi. E' ancora più curioso che alla fine di Gennaio del 2009, un errore del Safebrowsing di Google ha mandato in tilt l' intero universo Internet, segnalando come dannosi tutti i siti restituiti con la ricerca Google. Il caso di Astalavista è anomalo, ma secondo me fa parte di quella casistica che rendono ancora Google Safebrowsing ancora non pienamente affidabile. Giovanni