You are here

Macrium Reflect - creare immagine di sistema

Inviato da Alberindo on Mar, 19/05/2009 - 16:33

Macrium-ReflectLa sicurezza durante la navigazione in internet e l'efficienza del nostro sistema operativo sono senz'altro due questioni che interessano tutti. Purtroppo, soprattutto per chi usa un sistema Microsoft, queste due questioni sono anche i principali problemi che l'utente deve affrontare.

Windows è da sempre il sistema operativo desktop più utilizzato nel mondo e, per tale motivo, anche il sistema più bersagliato dai black hat che infestano la rete con virus, spyware, rootkit e malware di ogni genere.

Anche i netizen più sprovveduti utilizzano ormai un antivirus per proteggersi, i più accorti aggiungono antispyware e firewall per proteggere il sistema operativo. Tuttavia, anche se si adottano le migliori contromisure attive, nessuno potrà mai garantirci la sicurezza assoluta e il rischio di contrarre infezioni resta sempre in agguato.

L'efficienza del sistema operativo Windows è l'altro tema che interessa tutti; un limite intrinseco dei sistemi della casa Microsoft è legato al decadimento delle prestazioni col passare del tempo, installare e disinstallare programmi è un'operazione che "sporca" il registro del sistema e lo appesantisce con un rallentamento della velocità che via via si fa sempre più evidente.

Si arriva al punto in cui, dubbiosi sulla presenza dei virus nel nostro pc e stanchi  di vederlo inesorabilmente rallentare, si decide a malincuore nel procedere alla formattazione del nostro hard disk per poter reinstallare ex novo il sistema operativo, scattante e immacolato.

E' un'operazione alquanto noiosa e che prende molto tempo, occorre fare il backup dei nostri dati sensibili, formattare quindi l'hard disk, reinstallare il sistema operativo, fare i settaggi personalizzati, riacquisire tutti i dati che avevamo salvato. Un giorno di lavoro, se tutto va bene.

Vi piacerebbe azzerare tutti i problemi sulla sicurezza ed efficienza del sistema con pochi click del mouse e in pochi minuti?

Esiste un metodo sicuro e affidabile che rappresenta la soluzione definitiva: creare l' immagine del sistema.

Dopo aver creato un' immagine del nostro sistema appena installato, senza aver mai navigato in internet, con tutti i programmi che utilizziamo solitamente ed i settaggi personali non dobbiamo temere più nulla, potremo visitare ogni sito e fare tutti gli esperimenti che vogliamo con Windows, qualunque cosa accada tutto tornerà meglio di prima in quindici minuti al massimo, con l' immagine del sistema.

Esistono diversi programmi che consentono di creare un' immagine del sistema sia a pagamento che gratuiti; un ottimo software gratuito che soddisfa benissimo le esigenze domestiche per creare l' immagine del sistema è Macrium Reflect adatto per Windows XP e Vista.

Per poter utilizzare al meglio Macrium Reflect è disponibile in rete un ottimo tutorial. Si tratta di 10 videoguide preparate dal Prof. Antonio Cantaro dell'Istituto di Istruzione Secondaria Statale "Ettore Majorana" di Gela (CL).

http://www.istitutomajorana.it/index.php?option=com_content&task=view&id=762&Itemid=1

Le videoguide del Prof. Cantaro sono consigliate sul sito ufficiale di Macrium Reflect.

http://kb.macrium.com/Knowledgebase.aspx

E' consigliabile effettuare la registrazione gratuita al sito della scuola, si potrà così consultare liberamente tutto il materiale a disposizione; il Prof. Cantaro è un eccellente divulgatore delle conoscenze informatiche e sul suo sito si troveranno molte cose interessanti, le sue guide sono pubblicate sui siti ufficiali di Ubuntu, OpenOffice, The Gimp.

Commenti

Ciao carissimo, tutto vero, l'immagine è un' ottima soluzione ma a volte, soprattutto su sistemi complessi non va bene. Un'esempio è se hai dei dischi fissi in raid. Fai l'immagine ma se devi uttilizzarla ma il programma non supporta o non ha i driver del tuo raid non puoi installare l'immagine. Io rimango dell'idea che la soluzione migliore sia uno storage collegato in rete, anche se domestica, dove salvare tutti i dati sensibli.

Ciao e a presto

Jena

smiley Ciao Jena, e grazie per il commento. Devo ancora leggere quello che ci racconta il caro professore e forse Alberindo ti darà una risposta più appropriata. Io sicuramente risponderò con un altro articolo.

Ciao Jena, l'immagine di sistema che salvo con Macrium Reflect è questa:

- formattazione hard disk

- installazione del sistema operativo

- settaggio personale del sistema operativo

- installazione dei programmi che uso abitualmente

- settaggio personale di questi programmi

- pulizia generale con tool tipo Ccleaner e simili

- deframmentazione hard disk

- avvio di Macrium Reflect e unico accesso al web (all'avvio Macrium richiede la   registrazione)

- a questo punto creo il disco avviabile per il restore e poi procedo alla creazione   dell' immagine

Tutti i dati personali, filmati, musica, immagini etc. non sono presenti nell'immagine di sistema che salvo poichè appesantiscono inutilmente, sono stati precedentemente salvati o su altra partizione, o su altro hd, o su supporti esterni.

Alla fine, dal mio sistema personale, che pesa più o meno 6Gb, ottengono una immagine con compressione media di default di Macrium del peso di appena 2Gb che posso salvare dove voglio (partizione hd o DVD).

I dati, appare evidente, non dovrebbero far parte dell'immagine di sistema che deve contenere solo il sistema operativo, i nostri programmi, i settaggi personali e nient'altro.

Naturalmente ognuno è libero di procedere come meglio crede, si possono creare immagini di sistema che includono anche tutti i dati e quindi con un peso notevole ma i tempi in questo modo si allungano molto, sia per la creazione dell'immagine, sia per il restore.

Per quanto riguarda i problemi con i driver ai quali accennavi, alla fine del tutorial del Prof. Cantaro trovi indicazioni relative al cosiddetto universal restore dell'immagine di sistema.

Ciao!

Appena ho un pochino di tempo libero ci do un'occhiata. Personalmente, usavo True image schedulato. Mi gestiva i backup di 50 pc in rete più il server. Per il server dovevo bloccare il SQL ma per il resto andava bene. Il problema principale era sempre il riconoscimento dei driver raid.

Un grande saluto a Giovanni, che tempo permettendo, seguo molto volentieri.

Jena