You are here

Quando e perchè usare immagini GIF, JPEG e PNG

Inviato da giovanninews on Sab, 06/03/2010 - 22:51

immagine-portrait Forse questo articolo potrà sembrare stupido, ma ritengo, da quello che vedo e che sento, che parlare di immagini, soprattutto di immagini diffuse su internet, sia un argomento che forse tanto stupido non è.

Innanzi tutto bisogna dire che esistono immagini di tanti tipi; è sufficiente avere un editor di immagini per vedere, in fase di salvataggio dell' immagine, la varietà dei formati proposti dall' editor.

Ogni editor è in grado di creare immagini in formati differenti, e alcuni tra questi, i più diffusi, sono comuni a tutti gli editor. Siccome gli editor in circolazione aumentano sempre col passare del tempo, aumentano a dismisura anche i formati proposti per le immagini.

Ma solo alcuni formati tra questi sono riconosciuti da tutti gli editor

e quindi visualizzati; tra questi alcuni, ancora meno sono supportati da internet. Infatti  internet, senza l' aiuto di particolari plugin supporta solo tre tipi di immagini: GIF, JPEG e PNG.

Capire questo è fondamentale sia per l' utente comune, che ad esempio attraverso internet vuole inviare immagini ad amici, sia per l' utente un pò più esperto, che magari sta creando un suo sito internet o, pur avendo già un sito, utilizza le immagini in modo non appropriato. Volevo quì fare un breve riassunto su questi tre formati di immagini. 

Le immagini GIF sono state sviluppate inizialmente da Compuserve. Le GIF, abbreviazione di Graphics Interchange Format, sono le immagini più utilizzate in internet per diversi motivi.

Il formato GIF può visualizzare fino ad un massimo di 256 colori (indirizzati con 8 bit) e per questo sono immagini abbastanza semplici, alquanto piatte, e che occupano poca memoria. Le GIF possono inoltre essere di tre tipi diversi: trasparenti, interlacciate e animate.

Le GIF trasparenti permettono di vedere lo sfondo su cui l' immagine è posizionata, le GIF interlacciate sono fatte in modo che un browser le mette a fuoco lentamente durante la visualizzazione, mentre le GIF animate sono una serie di immagini diverse salvate nello stesso file e che il browser visualizza in sequenza.

L' insieme di tutte queste caratteristiche fanno del formato GIF quello più diffuso in internet.

Le immagini JPEG (Joint Photographic Experts Group) sono state sviluppate subito dopo le immagini GIF.

Le immagini JPEG sono state create per visualizzare immagini molto più definite, con innumerevoli sfumature di colori; con l' immagine JPEG si possono rappresentare milioni di colori.

Appunto perchè le immagini JPEG possono rappresentare tantissimi colori più delle GIF, le JPEG tendono ad avere una dimensione maggiore rispetto alle GIF e più dettagliata sarà l' immagine, maggiore sarà la dimensione.

La limitazione, invece, delle immagini JPEG rispetto alle immagini GIF è che non ci sono JPEG trasparenti, interlacciate o animate. Con la diffusione della banda per internet aumenta in maniera esponenziale la presenza del formato JPEG.

Le immagini PNG sono state inizialmente sviluppate da Macromedia; la sigla, usata come estensione, sta per Portable Network Graphic. Le immagini PNG sono un po' più complesse rispetto alle GIF ed alle JPEG e sono state sviluppate con lo scopo di unire i pregi delle immagini GIF a quelli delle immagini JPEG.

Con il formato PNG è infatti possibile rappresentare immagini indicizzate a 256 colori, immagini in scale di grigio, immagini con milioni di colori ed immagini con la trasparenza.

Un limite delle immagini PNG è che non sono supportate completamente dai browser più vecchi.

Internet Explorer 6, ad esempio, pur essendo tuttora utilizzato dal 20% circa degli utenti internet, non è in grado di gestire la trasparenza di una immagine PNG, come l' immagine logo di questo sito (l' immagine logo in formato png il 4/5/2010 è stata sostituita con una immagine GIF89a, il nuovo formato di CompuServe che aggiunse il supporto per la trasparenza e le immagini multiple; questo per rendere visibile il logo agli utenti che utilizzano ancora Internet Explorer 6 o addirittura Internet Explorer 5, sebbene l' immagine GIF non rende quanto una immagine PNG).

Man mano che spariranno i vecchi browser per internet, aumenterà la diffusione del formato PNG.

Spero di aver tolto qualche dubbio a qualcuno, ed invito gli utenti che usano ancora Internet Explorer 6 ad installare almeno la versione 7 e se si è costretti ad utilizzare la 6 per qualche programma specifico, installate almeno un browser alternativo a Internet Explorer per la normale navigazione internet.