You are here

Franz Liszt - imperterrito pianista del Romanticismo

liszt-icona Franz Liszt nacque a Raiding in Ungheria il 22 ottobre del 1811.

Liszt si esibì in pubblico per la prima volta all' età di nove anni.

A undici anni Franz Liszt si trasferì con la famiglia a Vienna dove seguì lezioni di composizione con Salieri e di pianoforte con Czerny.

Nel 1823 Liszt si trasferì a Parigi sperando di essere ammesso nel famoso Conservatorio. Ma, forse perché era straniero, l' ammissione gli fu rifiutata da Cherubini. Imperterrito, Liszt prese privatamente lezioni di piano e presto riescì a tenere concerti come un pianista professionista.

Nel 1825 Liszt suonò a Londra e fu ascoltato anche dal Re Giorgio IV.

Lo stesso anno Liszt completò la sua unica opera "Don Sanche" che eseguirà per la prima volta a Parigi.

La fama di Liszt aumentò sempre e nel 1826 eseguì concerti in Francia e in Svizzera.

Liszt continuò con costanza i suoi studi con Reicha e nel 1828 si stabilì a Parigi, vivendo con l' insegnamento della musica.

Nei successivi venti anni Liszt entusiasmaò il pubblico di tutta l' Europa con i suoi virtuosismi e con il suo talento.

Nel 1835 Liszt iniziò a comporre "Diario di un viaggiatore".

Nel 1837 Liszt scrisse i "12 grandi studi" e combattè il famoso duello musicale contro Thalberg uscendone vittorioso.

In Francia Liszt fu influenzato dagli intellettuali e dagli artisti che incontrò, artisti come Victor Hugo, George Sand, Frederic Chopin, e Hector Berlioz.

Liszt si appropriò dello stile di vita e della mentalità francese, diventando un grande libertino e libero pensatore e frequentò pubblicamente signore altolocate. Liszt ebbe tre figli illegittimi con la contessa Marie d' Agoult.

Liszt compos gli "Années de Pèlerinage" e, nel 1840, conobbe due personaggi fondamentali, per lui e per la storia della sua musica, Schumann e Wagner. Liszt sviluppò con Wagner un' intesa particolarmente forte e, ormai idolo per le folle, nutrì per la musica di Richard Wagner una totale ammirazione.

Nel 1844 Liszt si separò da Marie d' Agoult e nel 1847 incontrò la principessa Caroline Von Sayn-Wittgenstein con la quale si trasferisce in Polonia.

Nel 1848 Liszt iniziò la composizione del poema sinfonico "I Preludi" e della Sinfonia "Berg".

In questi anni Liszt compose innumerevoli pezzi musicali tra cui il poema sinfonico "Mazeppa", la Sonata, i due concerti per pianoforte ed orchestra n.1, il "Totentanz", e centinaia di pezzi pianistici.

Sfortunatamente Liszt fu colpito prima dalla morte prematura del figlio Daniel e poi da quella della figlia Blandine. Liszt attraversò una crisi mistica ed approdò alla Chiesa entrando nel monastero della Madonna del Rosario di Roma.

Liszt compose il bellissimo "Cantico del sole di San Francesco d' Assisi" e scrisse "La Notte". Liszt in Vaticano ricevette gli ordini minori e la sua creatività musicale si indirizzò sempre più alla musica sacra; compose la "Missa Choralis" e il "Christus". Liszt si dedicò interamente alla Chiesa cattolica, lavorando per migliorare la musica sacra.

Nel 1886 Liszt incontrò Claude Debussy, destinato a sconvolgere forse ancora di più l' arte della musica. Nello stesso anno, a Bayreuth in Germania, durante il festival creato dallo stesso Wagner, Liszt si ammalò gravemente di polmonite e morì il 31 luglio del 1886.

La musica per pianoforte di Liszt è stata fortemente ispirata da fonti letterarie ed artistiche.

Liszt è stato un poeta della musica.

I lavori di Liszt consistono principalmente in canzoni e brevi liriche sentimentali.

Liszt, ai suoi tempi, era famoso come il "leggendario distruttore di pianoforti", oltrepassando i precedenti limiti della tecnica con la tastiera.

Comunque, i musicisti contemporanei sono spesso critici sul lavoro di Liszt, accusandolo di produrre musica di diversa qualità e vuota nella sostanza.

Liszt scrisse oltre 700 pezzi per pianoforte e molti rappresentano il dramma del talento artistico di uno dei pianisti più grandi del Romanticismo.

"Horowitz plays Liszt Consolation No. 3"

"Liszt - Campanella (Yundi li)"