You are here

Franz Joseph Haydn : il musicista dei simboli

haydn-icona Franz Joseph Haydn nacque a Rohrau in Austria il 31 marzo del 1732.

Haydn fu circondato dalla musica fin dalla più giovane età, perchè nella sua famiglia ci si ritrovava a cantare ogni domenica sera, accompagnati dal padre di Bach, che fu un arpista dilettante.

Haydn ricevette le sue prime vere lezioni dal cugino Johann Mathias Franck, che gli insegnò la lettura, la scrittura, e l' aritmetica. Inoltre Franck insegnò a Haydn tutto ciò che serviva per cantare e suonare.

Praticarono l' arpicordo in un attico affittato sopra la casa in cui alloggiava il famoso scrittore italiano Pietro Metastasio.

Metastasio, riconoscendo il talento di Haydn, lo raccomandò ad una locale famiglia spagnola affinchè gli facessero da tutore.

Haydn lavorò anche come accompagnatore per gli studenti di Nicola Porpora. In cambio di questi servizi, Porpora diede a Haydn lezioni di composizione. Da Porpora Haydn apprese i principi fondamentali della composizione.

Con il progredire delle sue capacità di compositore, Haydn cominciò ad affrontare la composizione di un' opera. Questo accadde con l' incontro con l' attore Johann Joseph Felix Kurz, noto col nome di Bernadon.

Per Bernadon Haydn compose le musiche della commedia "Il diavolo zoppo". L'opera fu data alle scene nel 1753, ma non ebbe molta fortuna perché il contenuto satirico contro personaggi noti portarono le autorità a censurare la commedia.

La musica di questa prima prova di Haydn andò purtroppo perduta. Comunque la fama del giovane musicista cresceva e Haydn ottenne la protezione di alcune famiglie aristocratiche.

Haydn fu ingaggiato dalla contessa Thun come insegnante di canto e di cembalo. Più tardi il conte Karl von Morzin, nel 1757, gli diede il primo impiego a tempo pieno. Con la sicurezza economica ottenuta, nel 1760, Haydn sposò Maria Anna Keller.

Nel 1761 Haydn incontrò il Principe Paul Anton Esterhazy di Eisenstadt, che, ascoltando una delle sue sinfonie, lo assunse come secondo Kapellmeister. Quando il Principe morì nel 1762, Haydn fu assunto dal suo successore, il Principe Nikolaus Esterhazy.

Il nuovo datore di lavoro di Haydn fu molto esigente, richiedendo due liriche e due spettacoli pubblici a settimana. Il periodo di occupazione di Haydn presso il Principe Esterhazy fu un intervallo importante della carriera di Haydn. Durante questo periodo Haydn ha produsse otto pezzi per tastiera, opere, 83 sequenze di quartetti e 80 sinfonie. Haydn scrisse anche pezzi per la viola, lo strumento favorito dal Principe.

Un aneddoto interessante riguardo al Principe spiega la composizione di una delle sinfonie di Haydn. Sentendo che il Principe voleva licenziare alcuni elementi della sua orchestra, Haydn scrisse la "Sinfonia di addio". Durante il lento movimento finale di questa sinfonia, i musicisti andrebbero via dalla scena uno alla volta, lasciando da solo il violinista con il pubblico. La simbologia della sinfonia convinse il Principe a mantenere intatta la sua orchestra.

Il Principe Nikolaus Esterhazy morì nel 1790. Sebbene Haydn continui ad essere pagato 1000 fiorini l' anno conservando i doveri di Kapellmeister, comprò una nuova casa a Vienna. Haydn andava spesso a Londra, dove era ammirato da molti appassionati di musica, incluso il Re di Inghilterra.

Haydn aveva molte conoscenze influenti nel mondo della musica. Uno degli amici che più gli fu vicino durante il soggiorno a Vienna fu Mozart.

Mozart e Haydn ebbero grande stima l' uno dell' altro. Mozart ammirava molto il più vecchio Haydn, e Haydn ricordava sempre al padre di Mozart che Mozart era il compositore più grande che avesse mai conosciuto, sia di nome che di persona.

Haydn conobbe anche Beethoven nel 1792 e lo preso come allievo.

Nel 1802, Haydn fu costretto dalla malattia a terminare rapporto con la famiglia Esterhazy.

Haydn morì nel 1809 e fu sepolto nel Cimitero di Hundsturm.

"Haydn Cello Concerto Rostropovich 1981"