You are here

La fonte Ventina et Virium in Penne o dell' acqua ritrovata

Inviato da giovanninews on Dom, 04/11/2012 - 17:35

Le terme Acqua Ventina et Virium a Penne L' amministrazione comunale e la Pro Loco della Città di Penne presentano: La fonte Ventina et Virium in Penne o dell' acqua ritrovata.

Era il 1991 quando venne realizzato il video; vorrei poter restituire alla collettività, pubblicandolo in rete, la possibilità di rendere fruibile un video realizzato tanto tempo fa, contenente aspetti di sicuro valore artistico e culturale.

Ho avuto ripensamenti dettati da eventuali problemi derivanti dalle leggi sul copyright; la pubblicazione del video spetta ai relativi proprietari e potrei farlo solo dopo una autorizzazione scritta.

Il video " La fonte Ventina et Virium in Penne o dell' acqua ritrovata " contiene la storia, la leggenda e immagini inedite realizzate dentro il Castellum della fonte Ventina et Virium, oltre a considerazioni politiche sulla fonte stessa.

La relazione di Federico Dottorelli:

"Il Castello rinvenuto in Penna è di figura rettangolare della lunghezza di palmi 19 e mezzo, larghezza di palmi 14, altezza di palmi 9 e tre quarti. Le sue mura hanno la doppiezza di palmi 5 e mezzo e sono composte di grossi mattoni di argilla cotta disposti a fili regolari; posa su base argillosa senza selciato, non ha fondamenta e lo diresti un cassone di fabbrica ivi sovrapposto bello e fatto sulle polle minerali il quale sembra aver dovuto essere ricoperto e sotterrato fin dalla sua costruzione".

Castellum Fonte Ventina et Virium a Penne:

Interno del Castellum dell' Acquaventina a Penne Parete del Castellum dell' Acqua Ventina a Penne Altra parete del Castellum dell' Acqua Ventina a Penne Angolo e volta del Castellum dell' Acqua Ventina a Penne Polle minerali al Castellum dell' Acqua Ventina a Penne Ancora polle minerali dell' Acqua Ventina a Penne Bocche di riempimento del Castellum Altre bocche di riempimento del Castellum dell' Acqua Ventina a Penne Ancora bocche di riempimento del Castellum a Penne Foro di defluizione delle acque al Castellum di Penne Ancora il foro di defluizione delle acque al Castellum dell' Acquaventina Il cunicolo delle defluizioni delle acque all' Acquaventina a Penne

Nel video una voce narrante dice:

"Nel giro di pochi mesi (siamo nel 1827), grazie all' entusiasmo degli abitanti e all' efficenza degli amministratori, venne realizzata venti metri a valle del Castellum dell' Acqua Ventina una fontana monumentale ad opera del medesimo architetto pennese Federico Dottorelli. Tale fontana, di forma cilindrica, è tuttora esistente in contrada Fonte Cupo, nella sua mirabile fattura. Non ebbe stessa sorte lo stabilimento balneare della fonte Ventina et Virium, costruito nelle adiacenze della fontana intorno al 1830. Funzionò fino al 1940 con grande affluenza di visitatori che apprezzavano le doti curative di tali acque, come ci viene certificato nel suo trattato del 1833 dal dottor Gentili che fu tra i primi, dopo la loro riscoperta, a credere ed esaltare le doti di questa fonte di acque minerali alcalino-terrose fredde, dette fin dai tempi più remoti, Ventine et Virium. Oggi, cosa ne è di queste acque ? Quale sarà il futuro impiego di questa fonte ?".

Le terme dell' Acquaventina a Penne in una foto d' epocaNel video vi è in seguito un intervento dove si riferisce che dal 1976 vengono fatti interventi per la fonte Ventina et Virium; si sta inoltre realizzando una struttura per la mescita dell' acqua minerale stessa che dovrà essere ultimata il 17 gennaio del 1992.

Siamo alla fine del 2012, ma 36 anni dopo i primi interventi, la domanda è sempre la stessa: "Quale sarà il futuro impiego di questa fonte ?".

E' evidente che le amministrazioni comunali succedutesi a Penne dal 1976 ad oggi, nonostante l' impegno culturale ed artistico mostrato da alcuni, non sono state efficienti come l' amministrazione comunale del 1827.

E' evidente che forse i piani per lo sviluppo della fonte Ventina et Virium andavano rivisti e magari inquadrati in una ottica più generale e sostenibile, rivolta ad una riqualiqualificazione generale della città di Penne.

Non spetta comunque a me fare il politico.