You are here

Facebook le amicizie, il diario e la privacy

Inviato da giovanninews on Gio, 15/12/2016 - 22:51

facebook logoDevo dire che non sono mai stato un grande appassionato di Facebook, pur essendo iscritto da molti anni; lo ero per vedere cos' era o magari per vendere qualcosa, ma non lo avevo mai frequentato.

Da qualche mese a questa parte, causa elezioni e referendum, ho invece avuto una frequenza abbastanza assidua, magari per scambiare qualche idea e per non sentire sempre le solite pizze sempre dalle stesse persone.

Devo dire che forse tutti sono su Facebook (molto di più rispetto ad altri social). E' evidente che la gente vuole comunicare pur stando comodamente rinchiusa dentro casa.

Sono finiti i bei tempi in cui si usciva per incontrare qualcuno e farsi una sana passeggiata; si usciva soprattutto per il desiderio di conoscere qualcuno (magari qualche ragazza/o, ma si era troppo timidi).

Facebook: più amici si hanno e più si è fighi

Facebook: gli amiciOra, con Facebook, ci si conosce molto più facilmente e si conosce di più.

Per certi versi sembra quasi una sfida; forse si comincia anche con il considerare le persone più o meno fighe in base al numero delle amicizie su Facebook.

Quindi, siccome si hanno pochi amici e si vuole essere più fighi, come cavolo si fa per nascondere il numero delle amizie ?

Ma la cosa funziona anche al contrario: si hanno troppe amicizie, con tanti non ci si mischia, come si fa a nascondere le amicizie ?

Parte quindi la ricerca e l' invio di richieste di amicizia che solitamente si da a tutti, magari solo per far aumentare quel fatidico numero.

"Quanti ne hai ?";

"Diecimilacinquecentoquarantacinque";

"Cavolo che figo!".

Facebook: tacchinaggio sessuale

Non si sa quante volte avrò detto a mia figlia di non dare l' amicizia a chiunque, ma di darla solo a chi si conosce, almeno per limitare il tacchinaggio sessuale; ma niente da fare.

Facebook: tacchinaggio commerciale

Comunque, tante volte, subito dopo la conferma di amicizia, arriva il classico

"L' amico ti invita a mettere Mi Piace sulla Pagina ..."

e poi ancora

"L' amico ti invita a partecipare ad un Evento importante" e poi ancora non so.

Facebook: tacchinaggio spammoso

"L' amico ti invita a giocare .... " è quello che ho visto, ma sicuramente c' è ben altro.

Facebook: la Home e il Diario

Tecnicamente, anche se vi sono altre sezioni, Facebook è composta da due parti fondamentali:

  • la Home dove si visualizzano i post degli Amici, i post in cui ci sono le reazioni degli Amici, i propri post ed i post sponsorizzati (il proprietario è sempre Facebook e queste sono le sue pubblicità mirate).

Questa sezione, per chi conosce un pò i siti web e la struttura del web 2.0, è il multiblog.

Dando l' Amicizia a tutti, in questa sezione vedremo di tutto, post di Amici con opinioni politiche o sociali magari molto diverse dalle nostre, post di Amici che pubblicano o ripubblicano frasi tratte da libri e poesie, post di Amici che pubblicano solo e sempre foto, post di Amici che pubblicano e ripubblicano di continuo, 10 o 20 post al giorno perchè non sanno più cosa pubblicare per avere più amici e più like.

Tecnicamente, questa sezione potrebbe o dovrebbe essere limitata al fine di seguire essenzialmente ciò che più ci interessa.

Questo, non lo so ancora, ma immagino che si può fare differenziando gli Amici in Amici più stretti, Familiari, Conoscenti ed altro e quindi permettere al mutiblog di visualizzare soltanto gli Amici Amici, che sono realmente quelli che ci interessano.

Personalmente, se sono su Facebook, ci sto per scambiare qualche idea con voi, per sapere come la pensate, perchè vi piace una musica anzichè un' altra.

Un post con una foto va bene pure, magari mi piace anche la montagna, ma se voglio vedere solo montagne me ne vado in montagna.

Una poesia di Quasimodo va anche bene, ma se pubblicate sempre e solo foto di poesie, magari vado in libreria.

Lo stesso discorso se si linka solo un articolo di Scanzi che magari fa anche piacere, ma è l' opinione di Scanzi che se voglio la trovo sul Fatto.

Ma magari ti è sfuggita!

E' vero, ma mi interessi di più tu.

Ma così sai come la penso, io la penso uguale!

Già.

Non conoscendo Facebook, già una volta ho dato una scremata e mi dispiace perchè non è una cosa bella togliere l' Amicizia, è come togliere un saluto; mi riprometto però di fare una maggiore classificazione.

  • il Diario dove si vedono solo i nostri post ed i post in cui siamo taggati (si dice così ?). Questa sezione è particolarmente importante, in quanto è un pò come la nostra casa, nel web 2.0 è il blog personale. Per capirla meglio necessita di una premessa.

Tutte le domeniche, da una vita a questa parte, i testimoni di geova mi vengono a rompere le uova nel paniere. Non è che ce l' ho con loro, ma è da una vita che dico loro che non mi interessa, eppure ogni domenica è la stessa storia.

Per il telefono è lo stesso discorso: 3 o 4 volte al giorno telefonano per la luce e gas, per internet o per la TV. Ormai mi chiamano solo loro e prima o poi lo tolgo, ma hanno iniziato anche sul cellulare; devo togliere anche quello ?

Cosa succederebbe se lasciassi la porta di casa aperta e andassi via per qualche giorno ? Come minimo ritroverei la casa piena di testimoni di geova e di venditori.

Il Diario in Facebook è un pò la stessa cosa se si lasciano le opzioni sulla Privacy con la configurazione predefinita.

Facebook: lo spam ed il tacchinaggio politico

La cosa migliore che può accadere sul tuo Diario Facebook lasciando invariata la configurazione predefinita è vedere sul Diario la scritta di un nuovo Amico che ringrazia per l' Amicizia ricevuta.

Se abbiamo a che fare con uno spammone commerciale a cui abbiamo dato amicizia, sarà facile ritrovarsi sul Diaro l' invito per un acquisto o la pubblicità ad un ristorante.

E la cattiva politica che si basa solo sul numero di voti cosa fa ?

Dopo aver monopolizzato l' informazione di stato ed aver perso ugualmente, anzichè dare risposte concrete per riprendere consenso, fa partire il piano per la conquista di nuovi consensi su Facebook (non ancora monopolizzato) offrendo aperitivi o "fritture di pesce".

Facebook: Il piano del tacchinaggio politico nel dettaglio

Prerequisiti:

- elevato numero di Amicizie che comprende anche molti della controparte

- analisi delle Amicizie dalle quali si estrapolano nuovi "soggetti" che non fanno parte delle Amicizie ma hanno dimostrato interesse e indecisione.

- provocazione pronta rivolta ad uno della controparte su una tematica alla quale si è data precedentemente una risposta più o meno valida ma dove la controparte ha avuto un difetto

- invito pronto per i nuovi "soggetti"

Esecuzione del piano:

- richiesta di amicizia ai nuovi "soggetti"

- ottenuta l' amicizia, parte la provocazione taggando i nuovi "soggetti", il destinatario della provocazione della controparte, altri personaggi della controparte per coinvolgere i nuovi "soggetti", forse anche amici fidati se non ci si sente abbastanza forti

- con la configurazione standard di Facebook, la provocazione andrà a finire nel Diario di ogni singolo soggetto taggato che si sentirà costretto ad intervenire

- i nuovi "soggetti", in base alla risposta, riceveranno l' invito

- apparentemente lo scopo della provocazione è ottenere una risposta dalla controparte in difetto, lo scopo reale è agganciare "nuovi soggetti"

L' errore imprevisto del piano

Coinvolgere un "nuovo soggetto" che da anni lotta contro spammer, cracker, attacchi DDoS e Man in the middle e che non sopporta neanche lontanamente gli spammoni, che da anni lotta per una informazione più libera e contro le varie leggi sul bavaglio.

"Come avrete capito, il web è pieno di spammer e di cracker; potrei anche azzardare l' affermazione che nel web vi sono forse più spammer e cracker che utenti normali, e se le autorità preposte a fermarli non lo fanno, in qualche modo dobbiamo pensarci noi. E' certo che le autorità hanno un gran lavoro da fare, ma forse pensano di più a tutelare le major cinematografiche e le case discografiche che non i piccoli imprenditori che vorrebbero un loro spazio web o qualche amatore della comunicazione che vorrebbe divulgare le proprie idee". estratto da una mia pagina.

In sostanza è molto scorretto pubblicare su una pagina di un altro che potrebbe non essere in accordo.

Il Diario personale è come un biglietto da visita. Se si lascia a Tutti gli Amici la possibilità di pubblicare sul nostro Diario e magari torniamo su Facebook dopo una settimana, potremmo avere un Diario personale con i seguenti contenuti:

- pagine della Torre di Guardia (ci accomuneranno a loro anche se in realtà non c' entriamo niente)

- provocazioni a cui non abbiamo risposto (chi si collega, non vedendo una nostra risposta, penserà che siamo in malafede)

- spammer pubblicitari

- spammer con collegamenti a software ingannevoli o truffaldini

Facebook: come evitare spammer e provocazioni sul Diario

Dai collegamenti rapidi alla Privacy, scegliere Vedi altre impostazioni, quindi selezionare Diario e aggiunta di tag; nella voce "Vuoi controllare i post in cui ti hanno taggato gli amici prima che vengano visualizzati sul tuo diario ?" modificare l' impostazione selezionando SI.

Facebook, impostazioni del diario e tag

Facebook: il regalo di Natale

Nel mese di dicembre Facebook fa un bel regalo a tutti gli iscritti: genera per ognuno di noi un bel filmato con le palline di Natale, foto varie ed altro basandosi su ciò che abbiamo pubblicato nel 2016, su ciò che abbiato letto, sui like dati e su quelli ricevuti.

Bellissimo, se si vuole si può anche condividere.

In pratica Facebook ha effettuato quella che in gergo si chiama "profilazione".

Conosce tutto di noi, opinioni politiche, religiose, data e luogo di nascita, interessi e vattelappesca.

Sa cosa leggiamo e cosa cerchiamo, conosce anche le nostre tendenze sessuali ed i filmati che vediamo su youporn: il tutto grazie ai famosi biscottini (cookie di profilazione e cookie persistenti). 

Addirittura, nel mio filmato, mi ha appioppato anche l' amante; non ho capito, vorrebbe sapere anche come si chiama mia moglie ?

Pensate che alla fine degli anni '70 successe un casino enorme quando si scoprìrono le schedature di mezzo milioni di italiani.

Ora questi, dopo aver schedato tutti indifferentemente, si possono anche permettere di avere una sede legale ed una sede fiscale all' estero e nessuno dice niente.

Per fortuna abbiamo ancora una Costituzione con un articolo 21.

Quì non siamo su Facebook e, se volete, potete commentare, anche come Anonimi o con nick vari, magari anche come spammer, le regole sono un pò più semplici e chiare, non si fa profilazione e non ci sono multinazionali.

Sei su un buco nero e la sorpresa arriva dopo.