You are here

Chopin: Polonaise in sol diesis minore

Inviato da giovanninews on Dom, 16/08/2015 - 17:46

La foto di Chopin La Polonaise, in italiano polacca, è una danza di origine polacca, con ritmo moderato e tempo di 3/4, che si  sviluppò intorno al XVI secolo e circolò in Europa fino alla metà del 1800.

Tra la metà del 1700 e la metà del 1800, quindi tra periodo classico e periodo romantico, la Polonaise fu particolarmente apprezzata da grandi musicisti come Beethoven, Mozart, Bach, Schubert, Schumann, Liszt, Mussorgskij, Cajkovskij e von Weber, ma la Polonaise, nella cultura musicale europea, è rimasta legata soprattutto al nome di Chopin.

Chopin debuttò come compositore nel 1817, a 7 anni, appunto con una Polonaise e, tra i tanti stili musicali che affrontò nella sua vita, compose polacche fino al 1846, in pratica per tutto l' arco della sua breve vita.

La Polonaise è tuttora molto viva nella cultura musicale polacca.

Chopin, nato nel 1810, all' inizio del tumultuoso periodo romantico, fu introdotto allo studio della musica e del pianoforte dalla sorella maggiore Ludwika, anch' essa dotata di un grande talento per la musica e la letteratura.

Il maestro di Ludwika era un altro grande talento, Wojciech Zywny, e, quando Chopin compì 6 anni, Wojciech Zywny divenne anche il maestro di Chopin, fino al 1822.

Chopin in un dipinto di Delacroix All' età di 12 anni, Chopin cominciò a prendere lezioni private di composizione dal musicista polacco Jozef Ksawery Elsner, direttore del Conservatorio di Varsavia (Istituto di Musica e recitazione) fondato l' anno precedente. Chopin fu allievo di Elsner fino al 1827.

Qualche anno dopo, nel 1829, lo stesso Chopin dichiarerà che con i maestri avuti, Zywny prima e Elsner poi,  anche il più grande asino avrebbe imparato a suonare il pianoforte.

Polonaise in G sharp minore: la composizione e il contesto

Chopin compose la Polonaise in sol diesis minore nel 1824, all' età di 14 anni, quindi nel periodo in cui era allievo del maestro Elsner.

La Polonaise in sol diesis minore fu dedicata ad una delle due signore Dupont, la madre o la figlia Ludwika; personalmente penso più alla figlia Ludwika, coetanea di Chopin.

Ludwika Cichowska, nata Dupont (1809-1833) era una amica delle sorelle di Fryderyk Chopin, Louise e Isabella, e sposò Adolf Cichowski. Chopin si dice che abbia spesso improvvisato nel suo salotto e suonato a quattro mani con lei.

Il nome Ludwika, forse anche perchè molto in voga nel 1800, ricorre spesso nella vita di Chopin: Ludwika era la sorella maggiore che introdusse Chopin allo studio del pianoforte e che non abbandonerà mai il fratello, Ludwika è la Dupont amica delle sorelle Louise e Isabella, Ludwika Dziewanowska è l' amica con cui suona a quattro mani e scopre il folklore rurale nell' estate del 1824.

Chopin in un dipinto di Henryk Nel 1824 il piccolo Chopin era già considerato il miglior pianista di Varsavia e, nella buona società, era molto diffuso frequentare i buoni salotti, dove, i ricchi ospiti, erano intrattenuti dalle menti più vivaci e dai musicisti più apprezzati.

La Polonaise in sol diesis minore di Chopin è una composizione giovanile dove si denota una forte tendenza sentimentale influenzata dalla tonalità minore. E' importante ricordare che quelli erano gli anni in cui le tendenze sentimentali, nate nell' epoca dell' Illuminismo, erano ancora molto forti ed avevano la caratteristica di accentuare la tenerezza con un pizzico di malinconia; è questo un periodo di transizione che coincide con il graduale abbandono del  classicismo e la nascita del romanticismo.

Polonaise in G sharp minore: la pubblicazione

Chopin non ritenne questa Polonaise degna di pubblicazione, fintanto che, nel 1864, arrivò nelle mani dell’ editore Kaufmann e da questi pubblicata. Sotto la prima pagina del testo musicale, nella prima edizione si legge:

"Per quanto si può dedurre dal manoscritto e dalla sua dedica, questa composizione è stata scritta da Fryderyk Chopin nel suo 14° anno, e non è stata stampata da nessuna parte" - nota sotto la prima pagina del testo musicale del polacco prima edizione, pubblicata da J. Kaufmann, Varsavia 1864, con dedica a Madame Du-Pont.

La Polonaise in sol diesis minore, seppure non adeguatamente apprezzata dallo stesso autore, è inserita negli studi dei Conservatori italiani, tra il sesto e l' ottavo anno; a noi non resta che apprezzarla ed ascoltarla, cercando di capirne i pregi non riconosciuti dallo stesso Chopin ed il valore che i posteri hanno invece dato ad essa.

Breve guida all' ascolto della Polonaise in G sharp minore

Lo stile brillante e lo slancio della Polonaise in sol diesis minore di Chopin conferiscono alla composizione la forza per poter essere ammirata nel contesto di un concerto, ma, allo stesso tempo, la graziosità e la dolcezza di altre parti di questa Polonaise, le danno la grazia  per poter essere affrontata in un piccolo circolo privato di ascoltatori, in un salone o in un salotto.

Tra le didascalie utilizzate nella composizione Chopin usa spesso i termini "con grazia", "delicatamente e con la grazia" e "grazioso", didascalie presenti soprattutto dove la melodia viene scambiata con una sequenza infinita di trilli.

E' per tutto questo che preferisco immaginare la Polonaise in sol diesis minore eseguita nel contesto di un elegante salotto, magari sognando l' atmosfera del salotto di Madame Dupont.

La Polonaise in sol diesis minore di Chopin non è eroica, non è grandiosa e non è pomposa  come altre a cui siamo più abituati; la polonaise in sol diesis minore è dolce e delicata, è avvolgente e graziosa, a volte anche giocosa e sentimentale, e non manca nè di forza e nè di ritmo.

La Polonaise in sol diesis minore è forse la manifestazione di uno Chopin più romantico ed adolescente.

I musicisti possono scegliere e scaricare da IMSLP uno spartito idoneo della Polonaise in sol diesis minore di Chopin.

Per ascoltare la Polonaise in sol diesis minore di Chopin, inserisco un video, da ascoltare magari con le cuffie e ad occhi chiusi.

Polonaise in G sharp minor - Chopin