You are here

Abruzzo

L' Abruzzo è una regione dell' Italia; il territorio aspro, in una sorta di isolamento, ha favorito la conservazione di luoghi, paesaggi e tradizioni.

L' arte e la cultura nei vicoli di Penne

Penne145RS Girando per Penne ci si impregna della storia e dell' arte che ci viene dal passato. Gli innumerevoli stemmi affissi sui portoni dei palazzi, le aquile, i gigli, i putti, i leoni, ci fanno ricordare i popoli e le famiglie illustri che a Penne sono passati. I mattoni, l' incastro stesso dei mattoni nelle facciate e nelle arcate delle case, gli antichi lavori artigianali in ferro battuto, le decorazioni lignee sui portoni e sulle finestre, i decori delle pietre sotto i balconi; tutto ci riporta a quanto sia stata fiorente l' arte e la cultura nella città di Penne. Penso sia possibile affermare che nell' ultimo secolo Penne è entrata in un periodo di oscura decadenza; si può affermare ciò semplicemente facendo una passeggiata per la cittadina e notando come tanta arte e tanta cultura sia tenuta in uno stato di totale abbandono. Vie dissestate e monumenti di pregio abbandonati

A Penne si vedono tuttora le cose del passato

Penne126RS Passeggiando per Penne, un occhio attento può facilmente notare i mattoni ancora infissi nelle facciate delle case, sotto i tetti, probabilmente messi con lo scopo originale di mantenere tegole che dovevano fungere da canali per lo scolo dell' acqua piovana. E' ancora possibile notare le lanterne in ferro battuto poste davanti all' ingresso della chiesa di Santa Chiara, adibita a primo ospedale cittadino; davanti a tante case troviamo ancora infissi anelli in ferro battuto, a cui venivano legati muli e cavalli. In vicolo Catena troviamo ancora la catena di ferro alla quale era legato il Codice Catena, la prima legge scritta della città. Sulla sommità della Porta di S. Francesco, ai due lati, possiamo ancora notare due piccoli cannoncini posti per la difesa della città di Penne. Davanti a tanti usci di casa è ancora possibile notare

Osservando i particolari di Penne

Penne101RS Girando a piedi per le vie e per i vicoli di Penne non possiamo far altro che ammirare come i millenni di storia della città hanno lasciato le tracce. Passiamo dal romanico al gotico, dal neoclassico al barocco, dal rinascimento al liberty, semplicente da una casa all' altra, da un angolo ad un altro angolo. E tante sono le incurie che vediamo, un patrimonio artistico e secoli di storia che possono essere cancellati da un momento all' altro; il palazzo di Teseo Castiglione, la torre dei Normanni, la chiesa di S. Giovanni Battista eretta dai Cavalieri di Malta (gli Ospitalieri). A vedere quest' ultima ( di cui non ho foto) piange proprio il cuore,

Scorci di Penne, città d' arte dell' Abruzzo

Ho ricevuto da Amedeo una serie di bellissime foto su Penne che volentieri pubblico. Le foto sono tante e scegliere le più significative non è cosa semplice. Comunque ne pubblico tante, raggruppandole in una prima serie in cui ci sono degli scorci di Penne ed in altre due serie in cui è possibile vedere un pò di particolari. Solitamente i particolari sono visti solo da occhi più attenti e questi particolari sono difficili da localizzare, anche per un pennese come me. Naturalmente le foto sono state ridimensionate per risparmiare spazio sul server.

Le farchie di Fara Filiorum Petri

Inviato da giovanninews on Sab, 24/01/2009 - 15:52

farchie-immagine In Abruzzo un santo particolarmente venerato è Sant' Antonio Abate. Il santo è festeggiato il 16 gennaio e nei paesi dell' entroterra abruzzese, nei giorni a cavallo di questa data, è facile imbattersi nei preparativi o nello svolgimento di questa festa.

E' facile assistere anche alla rappresentazione de "Lu Sant' Antantogne", una specie di recita itinerante cantata e suonata che racconta dei miracoli o delle tentazioni di Sant' Antonio Abate.

Nel piccolo paese di Fara Filiorum Petri, per commemorare Sant' Antonio Abate, si svolge, ormai da oltre cento anni, la festa delle "farchie".

Da Londra a Torino di Sangro (la Baia del Cecetto – Lo Scoglione)

Inviato da giovanninews on Sab, 23/08/2008 - 09:19

federica-giusiWEEK-END da Londra a Torino di Sangro (la Baia del Cecetto – Lo Scoglione). L’ itinerario inglese che voglio presentarvi è un week-end molto rilassante con partenza da Londra. Dalla stazione London Liverpool prendere il treno per l’ aeroporto London Stansted e quindi l’ aereo della Rayan Air per Pescara PSR alle 13,25. Dopo circa due ore di volo si atterra all’ aeroporto di Pescara e qui si noleggerà una autovettura. Si prenderà la autostrada A14 a circa 1 chilometro andando verso Bari e dopo circa 40 chilometri uscire a Val di Sangro. Da qui andare verso la S.S. 16 che si trova ancora ad 1 chilometro e quindi prendere la direzione per Foggia. Dopo un paio di chilometri,

Dromos a Penne

Inviato da giovanninews on Dom, 20/04/2008 - 15:28

tomba-dromos Qualche tempo fa a Penne è venuta alla luce una ulteriore prova del passato; una tomba risalente al II Secolo A. C. L' immagine a destra è una ricostruzione di come poteva essere fatta originariamente la tomba. Nella proprietà dei F.lli Pomponi, in Via Circonvallazione Aldo Moro, durante lavori di sondaggio del terreno, è stata rinvenuta una tomba risalente al II Secolo a.c. La tomba consisteva in un Dromos che forniva l’ accesso ad una vera e propria camera funeraria sotterranea. La tomba sta a testimoniare i forti contatti degli Italici del posto (Vestini) con le popolazioni elleniche. Queste costruzioni funerarie di ispirazione ellenica sono formate da una vera e propria camera funeraria sotterranea chiamata Tholos a cui si accedeva mediante un corridoio chiamato Dromos. Di seguito vengono mostrate

Pagine

Subscribe to RSS - Abruzzo