You are here

Brodetto alla vastese , tra tradizione marinara e contadina

Inviato da giovanninews on Ven, 02/07/2010 - 16:36

Brodetto alla vastese - gastronomia abruzzese Siamo in estate e si parla di vacanze, magari al mare. Una vacanza è anche un buon momento per deliziare il palato, in vacanza, ma anche a casa.

Dedico questo articolo ad Harvey che abbandona Smogville per andare alla ricerca di posti più genuini, per il corpo, la mente e la pancia.

In questo periodo, esattamente tra il 18 giugno ed il 18 luglio, si svolge a Vasto, un bellissimo paese marinaro del basso Abruzzo, la rassegna Slow Food "Brodetto & Contorni, sapori e saperi della tradizione vastese".

La rassegna è un insieme di eventi che celebra sostanzialmente il Brodetto alla Vastese e la celebrazione ha come contorno cene tematiche, teatro della cucina, teatro dialettale, proiezioni di film, mercato del gusto, concerti, rievocazioni storiche, ecc...

Tanti ristoranti e trattorie aderiscono all' iniziativa, offrendo un menù fisso a € 25 con il Brodetto alla Vastese.

In diversi ristoranti e trattorie, tra l' altro, si cucinano contemporaneamente altri celebri brodetti di pesce per proporne un confronto con il Brodetto alla Vastese. Avremo quindi Brodetto alla Vastese e Brodetto Sambenettese, Brodetto alla Vastese e Brodetto alla Rosetana, Brodetto alla Vastese e Caciucco Livornese.

Ma parliamo del re della rassegna, il Brodetto alla Vastese. Il Brodetto alla Vastese rappresenta il perfetto connubio della vera tradizione culinaria marinara con i sapori contadini.

Il brodetto alla Vastese è inizialmente un piatto povero della tradizione marinara preparato a bordo delle paranze vastesi. I pescatori, dopo aver venduto i pesci migliori che avevano appena pescato, cucinavano per loro il pesce rimasto, quello un pò acciaccato o deformato che era rimasto malamente impigliato nelle reti.

Inizialmente era quasi in bianco, cucinato con poco pomodoro, si è via via arricchito fino a diventare l' attuale Brodetto alla Vastese, pietanza particolarmente ricercata sulle coste teatine.

Due cose importanti: il brodetto è da queste parti chiamato "lu vrudatte" e viene cucinato in un tegame di terracotta, basso e largo, "la tijelle". Il brodetto alla vastese, per essere veramente buono, deve contenere almeno cinque o sei varietà di pesce.

Il brodetto alla vastese rappresenta il connubio tra tradizione marinara e contadina perchè, nella sua preparazione è utilizzato anche olio extravergine di oliva, aglio, prezzemolo, pomodoro, peperone, peperoncino piccante.

Il segreto per una buona preparazione del brodetto alla vastese consiste nel versare "a tempo" gli ingredienti, in base al loro diverso tempo di cottura; in pratica bisogna mettere a cuocere nella "tijella" prima l' olio con il prezzemolo, l' aglio,  il peperone tagliato a listelli, sale.

Aggiungere quindi i pomodori spezzettati e dopo qualche minuto di bollore, aggiungere man mano i pesci, cominciando con quello più resistente (cicala, gallinella, calamaro) e finendo con quello più delicato (merluzzo, cefalo, sogliola). Il tutto si fa bollire a fuoco lento con il coperchio per 15/20 minuti, girando qualche volta molto delicatamente, nel senso della circonferenza, facendo attenzione a non rompere i pesci.

Alla fine, sul brodetto, viene sparso un peperoncino fresco piccante tagliato a pezzetti.

Brodetto alla Vastese : ingredienti

- 1 kg. di pesce fresco assortito e pulito minino sei varietà tra (due cicale, calamaro o seppiolina, triglia, razza, gallinella, scorfano, cefalotto, sogliola)
- un pugno di cozze e vongole (facoltativo)
- olio extravergine di oliva
- 500 gr. di pomodori freschi spezzettati
- 2 spicchi di aglio affettato
- 1 peperone dolce tagiato a listelli
- prezzemolo
- sale
- 1 peperocino fresco piccante

Vasto : lu brudatte a la uastareule (il brodetto alla vastese)