You are here

Atlantide : un mito che dura e l' Astronauta del Tassili

Inviato da giovanninews on Lun, 09/03/2009 - 19:27

platone Un paio di settimane fa, una notizia apparsa sulla nota rivista inglese online The Sun, ha fatto il giro del mondo. La notizia, consultabile a questo indirizzo (thesun.co.uk/sol/homepage/news/article2255989.ece non più raggiungibile), racconta che un ingegnere aeronautico, Bernie Bamford, utilizzando il suo computer con Google Ocean, ha rilevato una serie di linee a griglia, compatibili con i resti di una antica città sommersa.

Il sito sommerso, delle dimensioni del Galles, localizzato nell' oceano Atlantico a 620 miglia dalla costa occidentale dell' Africa, nei pressi delle isole Canarie, ad una profondità di 3,5 miglia, sarebbe compatibile con le descrizioni fatte da Platone sulla localizzazione di Atlantide.

La possibile scoperta della mitica e tanto cercata isola di Atlantide, ha naturalmente suscitato un eco non indifferente. Immediatamente la notizia è stata ripresa è diffusa da tanti blogger e studiosi l' hanno definita come affascinante;

atlantide-google Google si è subito attivata smentendola, dicendo che "Nonostante alcune sorprendenti scoperte siano state fatte proprio utilizzando Google Earth, in questo caso quello che vedono gli utenti è un effetto ottico frutto del processo di raccolta dei dati" spiega una portavoce di Google.

"In questo caso, le linee visualizzate rappresentano le rotte di alcune navi che effettuano dei rilievi batimetrici nella zona, ovvero la misurazione del fondale mediante l'utilizzo di sonar" da Punto Informatico.

Il fascino del mito di Atlantide accompagna la nostra storia da Platone, il primo che ce ne ha parlato nell' antichità, per essere ripreso nel Rinascimento da numerosi studiosi come ad esempio Bacone e quindi continuato nell' età moderna.

La localizzazione di Atlantide nell' età moderna è stata patriotticamente supposta anche in Svezia e la stirpe di Atlantide è stata addirittura indicata come quella che ha dato origine alla razza ariana. Nel 1938 Heinrich Himmler, capo del Terzo Reich, organizzò una ricerca in Tibet per trovare le spoglie degli Atlantidei bianchi.

Numerosi e diversi sono stati nel tempo i luoghi indicati in cui poteva essere Atlantide, prima di essere completamente distrutta da un cataclisma durato un giorno ed una notte.

Nell' Oceano Atlantico dopo le colonne d' Ercole come diceva Platone, o molto più vicino come in Sardegna o a Malta oppure a Cipro; in Svezia o addirittura in America come hanno detto altri, indicando nei Maya la civiltà degli Atlantidi.

tassiliAtlantide è sempre un argomento che ci appassiona, perchè ci fa immaginare qualcosa di grande e di bello, una civiltà esistita oltre 10.000 anni fa e che conosceva cose che noi non ancora conosciamo, che usava già gli aerei 10.000 anni fa.

Naturalmente la notizia mi ha fatto rivivere il fascino vissuto da bambino, quando leggevo fumetti di Atlandide o vedevo qualcosa in televisione; ho desiderato ripercorrere un pò quella strada.

Ho iniziato con Wikipedia da dove, da questa bellissima pagina, è possibile trovare numerosi spunti per approfondire la nostra storia.

In seguito mi sono imbattutto in un altro articolo molto bello che parlando delle pitture rupestri che si trovano nel massiccio del Tassili n' Ajjer, nel Sud-Est dell' Algeria, il famoso "Astronauta del Tassili", ripercorre un pò le tracce di Atlantide; i Berberi sono suggeriti come i loro discendenti e Atlantide viene localizzata in una parte del Sahara, un tempo fertile.

L' articolo continua appunto parlando delle pitture rupestri risalenti a oltre 6.000 anni fa ed afferma che le strane figure, fantasiosamente identificate da alcuni come extraterrestri, altre non sono che rappresentazioni di riti funerari; l' "astronauta del Tassili" sarebbe un defunto pronto per essere calato in una tomba.

L' articolo, molto ben fatto, è consultabile a questo indirizzo.

Nello stesso sito, atlantide-finetrovo quello che per me è stato l' articolo più bello del mio viaggio; è un documento in pdf che ha per titolo "La fine di Atlantide", un articolo veramente ben fatto di Alberto Arecchi, 10 pagine che parlano di Atlantide attraverso ricostruzioni storiche e geografiche arricchite di disegni esplicativi che sembrano abbastanza convincenti.

L' articolo è certamente da leggere ed è a questo indirizzo. Il mio è stato un viaggio affascinante durato qualche ora; spero di non avervi annoiato.